Il reato di tortura: una ferita aperta sulla pelle della democrazia


Dettaglio eventi

  • Data:

AGGIORNAMENTO del 21/03/2019: Si comunica che Ilaria Cucchi, a causa di gravi problemi famigliari, è stata costretta ad annullare la sua partecipazione all’evento del 22 marzo presso il teatro Santa Giulia.
Sarà comunque possibile ascoltare il suo intervento mediante collegamento telefonico.
Per il resto il programma della giornata resta confermato.

La Camera Penale di Brescia ha organizzato, in collaborazione con Casa della Memoria, Associazione Stefano Cucchi Onlus e Fondazione Asm per il pomeriggio del 22 marzo un convegno di grande importanza perché riguarda un tema fondamentale per i rapporti fra cittadini e autorità.

Il titolo del convegno non ha bisogno di ulteriori commenti: “Il reato di tortura: una ferita aperta sulla pelle della democrazia; il ruolo dell’avvocato a difesa dello stato di diritto”.

Sono stati invitati tre fra i più competenti e appassionati conoscitori e studiosi della problematica della tortura in Italia e anche a livello internazionale:
- il Prof. Avv. Tullio Padovani, professore di diritto penale presso la Scuola Superiore Sant’Anna;
- il Prof. Antonio Bultrini che insegna diritto internazionale e diritti umani nell’Università di Firenze;
- il Prof. Adriano Zamperini, professore di Psicologia della violenza, di Psicologia del disagio sociale e di Relazioni interpersonali all’Università di Padova.

I relatori affronteranno il tema della tortura sotto tre punti di vista: quello strettamente penalistico, passando poi ad un confronto con le norme di diritto internazionale, per concludere con una riflessione sugli aspetti sociologici e filosofici.

L’iniziativa si arricchirà ulteriormente in serata, con la proiezione del film “Sulla mia pelle” (sulla vicenda di Stefano Cucchi), che sarà preceduta da uno stimolante dibattito a cui parteciperanno Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, l’avv. Fabio Anselmo, legale della famiglia Cucchi, e la dott.ssa Luisa Ravagnani, garante dei diritti delle persone private della libertà.

La manifestazione  per gli iscritti alla Camera penale costituisce un evento formativo; coloro che non fossero riusciti ad iscriversi all’evento, potranno inviare una mail direttamente all’indirizzo iscrizioni.cpbs@gmail.com con i propri dati.

Entrambi gli eventi sono gratuiti ed aperti alla cittadinanza fino ad esaurimento posti.

Vi aspettiamo numerosi.

Volantino A5_page-0001
Volantino A5_page-0002